• thelibrarianblog

Parlare di libri | Chi c'è dietro a @icalzinispaiati

Aggiornamento: 16 set 2021



Penso spesso a com’era la mia vita prima dei social. Per certi versi mi manca molto non avere alcuna necessità di guardare il telefono, se non quando squilla, per altri però sento di dover ammettere che facevo spesso fatica a trovare persone intorno a me che avessero le mie stesse passioni e soprattutto che avessero voglia di parlarne anche tutto il giorno.

Di qui è nata la necessità di ricavarmi uno spazietto sui social, dove sono appunto @sara.nei.libri, per condividere questo mio grande amore, scambiare consigli di lettura e seguire segnalazioni di eventi o iniziative che altrimenti non avrei mai conosciuto.

Parlare di libri, per chi li ama, è una necessità quasi impellente e scoprire che ci sono milioni di persone che, come te, hanno voglia di parlarne è stato davvero un gran sollievo! Ma non è l’unica scoperta che ho fatto…la scoperta più bella, infatti, sono state le persone.

Ho fatto degli incontri bellissimi sui social, seppure, in molti casi, solo virtuali, ed è per questo che ho pensato di dedicare a queste persone e alle loro pagine piene di progetti e di letture uno spazio cucito su misura per loro sul mio blog.

La rubrica si chiamerà, appunto, PARLARE DI LIBRI e sono fiera di inaugurarla parlandovi di una delle più belle pagine, a mio avviso, di tutto il mondo #bookstagram: I Calzini Spaiati, ovvero Veronica Giuffrè!

Veronica è solare, sorridente, i suoi modi sono pacati e sempre disponibili. La sua passione per la letteratura italiana (e per Calvino in particolare) è davvero contagiosa e quando le ho chiesto di rispondere ad alcune domande per il blog, non ha esitato un attimo.

Grazie Veronica! E allora…cominciamo subito a conoscerti meglio.


Quando hai cominciato a sentire il bisogno di parlare di libri sui social e qual è il tuo spazio web preferito?

Sento il bisogno di parlare di libri dacché ho trovato gusto a leggerli, ma i social hanno reso molto più semplice incontrare altre persone con gli stessi interessi. Il mio percorso è iniziato una decina di anni fa, erano gli albori di Instagram [www.instagram.com/icalzinispaiati], e continuo a essergli affezionata, ma vorrei riuscire a dedicare più tempo al mio blog, Il cassetto dei calzini spaiati [ilcassettodeicalzinispaiati.com]. Nel frattempo, quella dei social è diventata la mia professione a tempo pieno: sono una social media manager editoriale e non c’è momento della giornata in cui non stia lavorando con i libri.


Quali sono i progetti “social” a cui tieni di più?

Tra i progetti di cui sono più fiera, la rubrica #Corrispondenze [www.instagram.com/icalzinispaiati/channel] è la mia preferita. Non solo perché è lo spazio in cui posso approfondire e raccontare la mia passione per gli epistolari d’autore, ma anche perché il tema delle corrispondenze letterarie mi fa venire sempre nuove idee. Sono molto fiera anche del mio lavoro con Pelledoca [www.instagram.com/pelledocaeditore], perché mi ritrovo pienamente nel progetto della casa editrice ed è un onore per me far parte di una squadra piumata così ben assortita.


Che tipo di rapporto hai con chi ti segue? Chi sono i tuoi follower?

Per il mio “pubblico” credo di somigliare a una libraia che dispensa consigli di lettura, o più semplicemente a un’amica con cui condividere la gioia di nuove scoperte libresche. Considero sinceramente amici molti dei miei “seguaci”, anche se non ho avuto l’occasione di incontrarli tutti di persona. Quello che è certo è che molti di loro saprebbero regalarmi, e sanno consigliarmi, un libro con più facilità rispetto ad altre persone care che fanno parte della mia vita fuori dagli schermi.


Mi sono spesso domandata se attraverso i social riusciamo a raggiungere davvero chi è interessato a quel tipo di contenuto. Si rischia di essere seguiti da una cerchia ristretta di appassionati di libri, con cui magari, nella peggiore delle ipotesi, si entra anche in competizione. Secondo te in che modo si può arrivare a parlare di libri con chi ha davvero bisogno dei nostri consigli?

A me capita spesso di sentirmi dire grazie per un consiglio di lettura che ha fatto ritrovare la voglia di leggere a un non lettore, e il più delle volte mi sembra di riuscirci davvero, a raggiungere chi è interessato a quello che propongo. Sarà che per natura mi tengo alla larga dalle cricche, dentro e fuori la rete, e mi viene spontaneo annullare quella distanza che invece tendono a mettere le persone che prendono la popolarità più sul serio di me. Credo che da fuori questo atteggiamento si percepisca nitidamente.


Certo che si percepisce Veronica! E noi ti ringraziamo per essere così lontana dalle dinamiche più antipatiche e così vicina a tutti quelli che hanno voglia di ascoltarti.



Veronica Giuffré è una social media manager editoriale che da anni lavora con l’obiettivo di far incontrare libri e persone, dentro e fuori la rete. È forte su Instagram [www.instagram.com/icalzinispaiati] e scrive di editoria su riviste, tra cui Style Magazine e Flanerí, e sul suo blog, il cassetto dei calzini spaiati [ilcassettodeicalzinispaiati.com].

117 visualizzazioni3 commenti

Post recenti

Mostra tutti