• thelibrarianblog

L'ultimo saluto a Holt | Benedizione di Kent Haruf

Aggiornamento: 28 gen


“Un sabato mattina uscirono sulla sua bella macchina, Lorraine al volante, Dai accanto a lei e Mary sul sedile posteriore. Lui indossava una vestaglia e aveva in testa il berretto. Vai con calma, disse alla figlia. Non abbiamo fretta. Era una luminosa giornata di luglio, calda e senza vento, e potevano tenere i finestrini abbassati. Passarono davanti alla casa gialla di Berta May e, all’incrocio con la statale, all’estremità sud-occidentale della via, svolarono a est per percorrere Date-Street, passando davanti alla scuola elementare, al parco giochi e al campo sportivo. […] Proseguirono, l’auto sobbalzava e ondeggia, scivolando sull’erba con un fruscio sommesso. Una volta raggiunta la sommità pianeggiante Dad disse, Ecco, ci siamo. Ora possiamo fermarci.”

Un saluto lento, consapevole, straziante. Questo è Benedizione, l’ultimo romanzo della Trilogia della Pianura dello scrittore americano Kent Haruf.


Torno su un punto che ritengo importante: in Italia, per scelte di carattere editoriale, la trilogia è stata pubblicata in ordine sparso e, invero, si può sicuramente affermare che i tre romanzi siano leggibili singolarmente, senza troppi vincoli. Tuttavia, leggerli nell’ordine di uscita dà loro un senso più profondo e restituisce al lettore il disegno che Haruf aveva in mente quando li ha pensati e scritti.


Benedizione non è altro che l’ultimo saluto a Holt, attraverso la vita, e la morte, di Dad Lewis, proprietario dell’unico negozio di ferramenta del paese. Dad è in fin di vita, sa che questa sarà la sua ultima estate, e la affronta insieme a sua moglie Mary e alla figlia Lorraine.


Il suo saluto a Holt diventa un addio corale, i suoi rimorsi, i rimpianti, le gioie, i dolori, tutto si amplifica e attraverso i suoi occhi il lettore riesce a vedere il passato e il futuro di Holt e a chiudere per sempre un capitolo di narrativa pieno di racconti e suggestioni di un luogo immaginario, ma più vivo e reale che mai.


Benedizione è un romanzo a tinte tenui, ma dal significato profondo. Tante le immagini e i personaggi che restano impressi: il reverendo Lyle e le sue battaglie ideologiche che lo porteranno a fare i conti con se stesso e con il dramma dei suoi familiari, le donne della comunità che si prendono cura di una piccola orfana e fanno il bagno con lei nell’acqua fresca dell’abbeveratoio del bestiame, Mary che non lascia la mano del marito fino all’ultimo respiro, Holt che resta, anche quando tutto passa.


 

Kent Haruf

Kent Haruf (1943-2014) è stato uno dei più apprezzati scrittori americani, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Whiting Foundation Award e una menzione speciale dalla PEN/Hemingway Foundation. Con il romanzo Il canto della pianura è stato finalista al National Book Award, al Los Angeles Times Book Prize, e al New Yorker Book Award. Con Crepuscolo, secondo romanzo della Trilogia della Pianura, ha vinto il Colorado Book Award. Benedizione è stato finalista al Folio Prize. NN Editore ha pubblicato tutti i libri della trilogia ambientata nella cittadina di Holt, compreso Le nostre anime di notte, uscito postumo nel 2017.


 

Benedizione

Autore: Kent Haruf

Traduzione: Fabio Cremonesi

Editore: NN

Pagine: 273

Anno di pubblicazione: 2017 @2013 Kent Haruf

14 visualizzazioni0 commenti