• thelibrarianblog

Chi racconta le storie governa il mondo | L'eclisse di Laken Cottle di Tiffany McDaniel


“Quando avevo otto anni decisi cosa avrei fatto per il resto della mia vita: scrivere. Ma non avevo lo strumento giusto per farlo. La mano che avevo sin dalla nascita era più adatta a costruire orologi, diciamo così. Allora presi la vanga di mio padre e me ne andai in giro per il mondo a dissotterrare gli scheletri degli scrittori. Scelsi cinque scrittori per prendere da loro cinque ossa in particolare. L'indice di Shakespeare, così avrei sempre avuto un po' di arguzia. Il pollice di Poe, perché volevo imparare come si tiene un badile per seppellire i miei cadaveri. L’anulare di Mary Shelley, perché sposò divinamente le sue parole alla memoria. Il mignolo di Emily Dickinson per un briciolo di poesia, e il medio di Shirley Jackson per avere la giusta dose di veleno da aggiungere ai miei castelli e alle mie tazze.”

L'eclisse di Laken Cottle è l’ultimo romanzo, uscito in Italia per Atlantide in prima edizione mondiale, di Tiffany McDaniel, giovane scrittrice statunitense nata nel 1985 in Ohio, dove vive e dove sono ambientati i suoi primi tre romanzi. Una parte della sua famiglia discende dai Cherokee, un popolo nativo americano del Nord America che nel XVI secolo abitava le terre orientali e sud-orientali degli attuali Stati Uniti, finché non fu costretto a spostarsi forzatamente nell'altopiano d'Ozark negli anni trenta dell’Ottocento.

E’ una scrittrice di grande potenza che si è affermata nel panorama letterario internazionale con il suo romanzo d’esordio, L’estate che sciolse ogni cosa, edito in Italia sempre da Edizioni Atlantide. E’ visionaria e molto originale, sebbene siano riconoscibili nella sua scrittura sia i grandi autori classici del gotico americano, da Poe e Hawthorne fino a Lovecraft, sia i gotici del sud come Carson McCullers e Flannery O’Connor.

Nell’Eclisse di Laken Cottle il lettore si trova davanti a un’ambientazione inizialmente distopica: un grande buio procede senza sosta dall’Antartide portando via con sé tutto ciò che incontra. Ai capitoli in cui l’autrice dipinge ritratti apocalittici di storie e persone davanti alla fine di tutto, si alternano quelli che raccontano la storia di Laken, il protagonista, procedendo su piani temporali diversi. Da un lato c’è la storia della fuga disperata di Laken per raggiungere la sua famiglia a New York, prima del buio, dall’altro c’è un lungo flashback che ricostruisce il passato di questo giovane scrittore, la perdita di sua madre prima, e in seguito anche di suo padre, la sua vita da orfano, gli affidamenti, fino al centro di tutto, il momento che segnerà l’inizio ma anche la fine di ogni cosa.

Nonostante i diversi incroci spazio-temporali, le pagine sono sorprendentemente scorrevoli, anzi direi addirittura magnetiche! C’è magia, grande immaginazione, dolore, abbandono, amore, luci e buio, ma anche grande spazio a considerazioni sulla condizione umana.

“Forse volare nel buio è il finale che più ci si addice, perché noi della razza umana siamo sempre stati creature mutevoli. Pur essendo riluttanti a morire, e nonostante la nostra determinazione, alla fine non siamo destinati a restare.”

E così, con la mente confusa, ma carica di immagini multiformi, in una dimensione quasi onirica, a tratti delirante, a tratti così lucida da sentirsela addosso, si arriva in fondo ad una storia vera come il dolore, che ci scuote, ci addolora ma che avremo imparato infine a capire, perché “di tutte le cose che abbiamo ereditato dal primissimo uomo, è forse la nostra immaginazione, la nostra mente, a essere la più preziosa”.

 

Tiffany McDaniel


Tiffany McDaniel è nata in Ohio, dove vive, nel 1985. Ha esordito con il romanzo rivelazione “L’estate che sciolse ogni cosa” a cui hanno fatto seguito “Il caos da cui veniamo”, “Sul lato selvaggio” e la raccolta di poesie “Queste voci mi battono viva”.

“L’eclisse di Laken Cottle” viene pubblicato da Atlantide in prima edizione mondiale assoluta.

 

L'eclisse di Laken Cottle


Autore: Tiffany McDaniel

Traduttore: Clara Nubile

Editore: Blu Atlantide

Pagine: 294

Anno di pubblicazione: 2022

61 visualizzazioni0 commenti